Provate ad immaginare la vostra vita senza gli elettrodomestici: niente più lavatrice, lavastoviglie, frigorifero, planetaria e via discorrendo. Il risultato? Molto meno tempo libero e, soprattutto, meno energie.

Le origini

Per cercare le origini degli elettrodomestici dovremmo volgere lo sguardo agli albori della civiltà: fin dall’antichità l’uomo si è servito di strumenti per la preparazione del cibo e per la loro conservazione.

Tuttavia, è solo dalla seconda metà del 19esimo secolo che si sono avviati i primi esperimenti per elettrificare questi attrezzi: in questo frangente nacquero i primi esemplari dei migliori alleati delle casalinghe: gli elettrodomestici.

Il primo passo fu quindi quello di utilizzare l’energia elettrica; il secondo, tra l’Ottocento e il Novecento, fu quello di impiegare quell’energia per sostituire la forza muscolare.

In Europa la diffusione di elettrodomestici crebbe tra gli anni Trenta e Settanta, quando si assistette ad un vero boom. L’industria elettrodomestica prese avvio grazie a magnati del settore come Fiat (frigoriferi e lavatrici), Candy (lavatrici) e CGE (centrifughe).

La lavatrice

Considerata uno dei simboli dell’emancipazione femminile, questo straordinario oggetto ha migliorato la vita di molte donne che, prima di essa, erano costrette ad un dispendio di tempo e energie considerevole per il lavaggio degli indumenti.

La prima macchina per lavare fu ideata da Jacob Christian Schäffern nel 1767. La stessa macchina in versione meccanica risale, invece, alla fine del 19esimo secolo e il suo funzionamento era ispirato dall’atto manuale del lavaggio. Via via il movimento diventò elettrico ma il difetto principale persisteva: l’eccessivo sfregamento provocava l’usura degli indumenti, senza contare la scadente qualità del lavaggio.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, intorno agli anni 50, ci fu la svolta: la popolazione percepiva infatti un nuovo bisogno di benessere che le industrie elettromeccaniche cercarono di soddisfare con una fervida ricerca e produzione di lavatrici. Cercarono di perfezionare la tecnologia messa a punto negli anni 20, caratterizzata dal modello a cestello, con l’adozione delle vaschette per il detersivo separate (per il pre-lavaggio, il lavaggio e gli additivi di risciacquo).

Gli esemplari hanno raggiunto la maturità negli anni successivi, grazie all’efficienza energetica che permette un ottimo risultato in termini di lavaggio. Oggi ne esistono due tipi: a carica dall’alto, dove lo sportello è collocato sulla parte superiore, e a carica anteriore, che dispongono invece di uno sportello rotondo sulla parte frontale della macchina: l’oblò.

Il frigorifero

Questa macchina ha radicalmente cambiato la vita di tutti gli esseri umani: avere la possibilità di conservare il cibo in modo che questo rimanga commestibile più a lungo è stata una rivoluzione importante.

La conquista del freddo avvenne nel 1851 grazie al brevetto di John Gorrie , e da Albert Einstein nel 1915. La portata di questo avvenimento non è da sottovalutare: grazie ad essa, infatti, per molte persone fu possibile, per la prima volta, assaggiare cibi esotici.

Il primo frigo domestico fu lanciato nel mercato nel 1913.

Negli anni successivi sono poi avvenute diverse migliorie al frigorifero, ad esempio la tecnologia No Frost pensata per evitare la formazione di ghiaccio. Un’altra innovazione fondamentale è la ventilazione interna della macchina che permette una maggiore resistenza alle muffe.

La lavastoviglie

Pur non essendo un elettrodomestico indispensabile, la lavatrice rimane un ottimo alleato alle attività commerciali come ristoranti o bar, ma anche a tutte le case che ospitano famiglie numerose.

Dobbiamo l’invenzione della lavastoviglie all’americana Josephine Cochrane che, nel 1886, brevettò un apparecchio capace di proiettare getti d’acqua sulle stoviglie grazie a un sistema di pompe azionato manualmente.

In Europa, invece, i primi esemplari furono introdotti nel 1929 dall’azienda tedesca Miele. Alla base del funzionamento delle moderne lavastoviglie c’è un motore elettrico che, grazie ad un sistema di tubi, spruzza acqua calda sulle stoviglie, mentre un sistema di filtri ripulisce l’acqua utilizzata, continuamente rimessa in circolo, e successivamente scaricata fuori e sostituita da nuova acqua nelle diverse fasi del lavaggio.

LEGGI DI PIÙ...

Dolci per San Valentino con il Moulinex Companion

Dolci per San Valentino con il Moulinex Companion

San Valentino, la festa degli innamorati, è il momento ideale per concedersi qualche dolcezza, anche in cucina! Se vuoi sorprendere ...
Leggi di più
Le migliori ricette per una pasta leggera e gustosa

Le migliori ricette per una pasta leggera e gustosa

Noi italiani, si sa, alla pasta non sappiamo proprio rinunciare. E perchè dovremmo? E’ così buona! Ma quante volte, magari ...
Leggi di più
Cosa non può mancare per un Capodanno perfetto

Cosa non può mancare per un Capodanno perfetto

Programmi per capodanno? Anche quest’anno decidi all’ultimo momento? Ok, niente panico! Forse anche quest’anno deciderai di passarlo a casa di un ...
Leggi di più