La pasta fresca, in particolare quella all’uovo, piace a tutti. Per gustarla non servono sughi particolari, anche una semplice passata di pomodoro e basilico troverà nuova vita se accompagnata alla pasta fresca. Nonostante sia buona e neanche lontanamente paragonabile alla pasta secca, non è sempre possibile recarsi in una gastronomia a comprarla. Senza considerare il costo!

Per quanto sembri assurdo, però, non è difficile preparare della buona pasta fresca. La base della pasta fresca è uguale per qualunque tipo di pasta desideriamo fare, con o senza ripieno.

Inoltre preparare la pasta fresca può essere un’attività interessante per impegnare i freddi pomeriggi invernali e, perchè no, magari puoi esercitarti per il pranzo di Natale.

Pasta fresca all’uovo: step by step

Come abbiamo detto, esistono diverse tipologie di pasta fresca. Tutte sono legate alle diverse usanze presenti nelle varie regioni italiane e, quindi, tutte sono ugualmente interessanti. Ci concentreremo, però, sulla pasta all’uovo, l’impasto più versatile per creare tantissime varietà e formati di pasta, con o senza ripieno.

La prima cosa da sapere è che la sfoglia non è affatto complicata. Serve della forza, occorre farla riposare e dare poi spazio alla propria fantasia. Pochi e semplici ingredienti: farina 00, uova e sale quanto basta. I quantitativi di uova e farina sono collegati da una rigida equazione: per ogni etto di farina 00 (100 gr) occorre un uovo. Sebbene questa relazione sia molto rigida, rende anche le cose estremamente facili! Volete usare mezzo chilo di sfoglia? Dovrete avere anche 5 uova, possibilmente biologiche. Davvero molto semplice. Sicuramente alcuni diranno che, un uovo ogni 100 gr di farina, è troppo o troppo poco. Ebbene sì, anche se la sfoglia è apprezzata e conosciuta in tutta Italia, esistono innumerevoli ricette alternative. Ovviamente se si varia il numero delle uova, si otterrà una sfoglia più o meno gialla.Tali differenze sono da ritrovare nelle tradizioni tramandate di madre in figlia o, ultimamente, per cercare di fare una sfoglia più leggera e meno calorica, soprattutto per coloro che soffrono di colesterolo alto. Tralasciando queste differenze, prepariamoci a impastare i nostri ingredienti.

Consigliamo di ricorrere a una spianatoia in legno ampia così da poter comodamente impastare la nostra sfoglia. Prendiamo la farina e mettiamola sul piano di lavoro formando la tipica fontanella. La fontanella è una montagna di farina con, nel mezzo, un buco che ospiterà le uova. Attenzione! Fate il buco bello ampio, affinché le uova non rischino di straripare al di fuori della fontanella. Una volta messe le uova nella fontanella, mettete un pizzico di sale sulle uova o sulla farina. È giunta l’ora di impastare. Sebbene non a tutte possa piacere, si consiglia di usare direttamente le mani per impastare, così da usufruire del loro calore per ottenere una sfoglia migliore e perfettamente liscia. Iniziate quindi a unire le uova alla farina circostante, prestando attenzione ad amalgamare il tutto al meglio. Continuate a manipolare energicamente l’impasto che diventerà, minuto dopo minuto, sempre più sodo e liscio. Se notate che l’impasto rimane troppo morbido e si attacca al piano di lavoro, ricorrete a un po’ di farina fino a ottenere una sfoglia elastica e morbida. Fino a quando impastare? Quando l’impasto sarà morbido, liscio, privo di grumi e non lascerà più tracce di pasta sulle vostre mani, allora avrete finito. Avvolgete il prodotto con della pellicola e fatelo riposare per almeno 30 minuti a temperatura ambiente. Usate quest’attesa per preparare la macchina sfogliatrice e per ripulire il piano di lavoro.

L’ultimo passaggio è quello in cui la vostra fantasia può prendere piede. Finito il tempo di riposo dell’impasto, riprendetelo in mano e tagliatene un pezzo lasciando il resto della sfoglia avvolta nella pellicola per evitare che si secchi. Lavorate questo pezzo di pasta e passato più volte all’interno della macchina sfogliatrice per ridurne notevolmente lo spessore. Una volta che avrete ottenuto lo spessore desiderato, dovete solo decidere che formato di pasta ricavare e, soprattutto, se ottenerlo a mano libera o con gli optional inclusi nella sfogliatrice.

La sfoglia a casa tua in pochi minuti

Non volete ricorrere alle mani? Siete più pratiche con i robot da cucina? Pastamatic Ariete è quello che fa per voi. In una sola soluzione potete impastare la sfoglia, esattamente come facevano le nostre nonne, e ricavare numerosi formati di pasta. Grazie a sei diverse trafile, Pastamatic di Ariete vi consentirà di creare sei diversi tipi di pasta come le lasagnette, le tagliatelle, gli spaghetti ma anche i maccheroni. Basta inserire i diversi ingredienti e Pastamatic Ariete farà tutto al vostro posto: velocemente e senza sporcare la cucina.

Se non siete sicuri di acquistarla Paladin  vi offre la possibilità di noleggiare Pastamatic a soli 3€ al gionro. Provala e decidi se è quello che fa per te.

LEGGI DI PIÙ...

Dolci per San Valentino con il Moulinex Companion

Dolci per San Valentino con il Moulinex Companion

San Valentino, la festa degli innamorati, è il momento ideale per concedersi qualche dolcezza, anche in cucina! Se vuoi sorprendere ...
Leggi di più
Le migliori ricette per una pasta leggera e gustosa

Le migliori ricette per una pasta leggera e gustosa

Noi italiani, si sa, alla pasta non sappiamo proprio rinunciare. E perchè dovremmo? E’ così buona! Ma quante volte, magari ...
Leggi di più
Macchine da cucire: perché noleggiarle è meglio di comprarle

Macchine da cucire: perché noleggiarle è meglio di comprarle

La macchina da cucire: per molti un ricordo d’infanzia ormai relegato solo nella memoria, per tanti altri un sogno agognato, ...
Leggi di più